L’azienda nasce nel 1877, impiantando viti e olivi su un fondo di circa 9 ettari nelle immediate vicinanze della cittadina federiciana di Lucera, in provincia di Foggia.

Il 31 Dicembre 1882 viene inaugurata Villa Uva, splendida dimora in stile moresco che, in tempi recenti, diventa il cuore pulsante dell’azienda.

Durante la guerra tutte le attività s’interrompono. L’occupazione da parte delle truppe tedesche prima e di quelle alleate dopo riduce la villa in condizioni disastrose. La dimora rimane chiusa per anni, finché nel 1967 la Dott.ssa Eudora Danza la riporta allo status quo ante guerra con amore e competenza. Villa Uva riprende a vivere ed anche le attività agricole ripartono con rinnovata energia grazie a quella che è sempre stata la passione più forte del Dott. Michele Darco: l’ulivo!

Giorno dopo giorno, egli stesso cura con competenza le piante esistenti e ne impianta altre eliminando la consociazione con la vite e specializzando l’azienda esclusivamente come olivicola. Grazie a nuove acquisizioni i fondi raggiungono un’estensione di circa 30 ettari con più di 5.000 piante di diverse varietà.

Nel 2002, pochi giorni dopo essere stata luogo di set cinematografico per girarvi il film Ti voglio bene Eugenio’, la villa e l’azienda sono ‘visitate’ dai ladri che, in una sola notte, la svuotano privandola di tutto: arredi, impianti, rivestimenti, macchine ed attrezzi. Il colpo subito è duro e ancora una volta la dimora, ma questa volta anche l’azienda, chiudono.

Nel 2006 viene a mancare il Dott. Darco, ma la moglie decide di continuare, comunque, la cura della terra e degli ulivi che erano stati la grande passione del marito.

Due anni più tardi, nel 2008, con la collaborazione del nipote, Emidio Alvisi, la Dott.ssa Danza riporta ancora una volta la villa al suo splendore e gli affida la ripresa e la conduzione dell’azienda.

Dopo tre anni e mezzo di restauro conservativo, il 3 marzo 2012, Villa Uva torna nuovamente ad essere inaugurata, più bella e viva che mai. Contemporaneamente, Emidio porta avanti con grande impegno la passione condivisa per l’ulivo riprendendo e riorganizzando tutte le attività aziendali.

Per far questo investe tutte le potenzialità disponibili sulla produzione e sulla commercializzazione di olio extravergine di oliva biologico prodotto solo e soltanto dalle piante che sono sui fondi che conduce.

Nel 2010 nasce la ‘Società agricola Villa Uva S.R.L.’ e l’Azienda si trasforma da esclusivamente olivicola (produzione e commercializzazione di olive da mensa e olive da olio) in olivicola e oleicola (continua la produzione e la commercializzazione di olive da mensa, mentre le olive da olio sono tutte destinate alla produzione di olio extravergine di oliva).

La formazione e l’aggiornamento costanti di tutto il personale impegnato, la continua specializzazione nel settore specifico, l’investimento sulle migliori tecnologie disponibili da utilizzare nell’ambito della filiera produttiva, la condivisione dell’esperienza e della conoscenza con altre importanti realtà produttive, l’apertura a nuovi mercati contribuiscono a fare sì che il prodotto cominci ad affermarsi e il brand ‘Villa Uva’ ad essere conosciuto e riconosciuto sia in Italia che all’estero.

Contestualmente si moltiplicano le iniziative aziendali con l’organizzazione di incontri e corsi di formazione e informazione tecnica e divulgativa sull’olivo e sull’olio, nonché partenariati di collaborazione e ricerca con università, scuole, enti pubblici e privati.

Nel frattempo arrivano anche numerosi – e si confermano anno dopo anno – importanti premi e riconoscimenti all’Olio extravergine biologico ‘Villa Uva’ sia a livello nazionale che internazionale.

Il 2018 è l’anno della rivisitazione totale del packaging che contempla sia l’elemento della funzionalità sia quello della bellezza per quel che riguarda tutti i contenitori di olio extravergine. La latta da 5 litri è sostituita dalla Bag in Box – confezione decisamente all’avanguardia per la commercializzazione e per il consumo domestico dell’olio – mentre la bottiglia in vetro viene completamente rivisitata, sia nella forma che nel colore, arricchendosi anche di un nuovo piccolo e delizioso formato da 0,10 lt, esclusivamente dedicato alla ristorazione.

Allo stesso tempo, l’Azienda investe anche sul fronte più tecnologico dotandosi di una macchina destinata unicamente alla filtrazione dell’olio.

Il 2019 si arricchisce delle confezioni regalo. Per la stesse viene utilizzato cartone ondulato riciclato, a sua volta smaltibile e riciclabile nella filiera della carta/cartone. La scatola non utilizza colle di alcun genere, il colore della stampa è di tipo ecologico e la chiusura è in rafia. Grande attenzione viene quindi posta alla scelta di materiali a basso impatto ambientale: la confezione, infatti, utilizza circa il 60% in meno di materia prima rispetto ad un qualsiasi altro contenitore rigido realizzato in diverso materiale e avente le stesse dimensioni. Quindi, per la sua produzione c’è una sostanziale riduzione di emissioni di CO nell’atmosfera.

Le ultime novità, nonostante l’emergenza Covid, ma anche quella climatica, stiano mettendo a dura prova la resistenza dell’azienda, sono proprio del 2020, anno in corso decisamente difficile e complesso.

Per rendere totale la riciclabilità del suo cartone la bag in box da 5 litri ha cambiato vestito. Il nuovo packaging, infatti, non utilizza più cartone colorato con vernici, ma cartone al naturale, sempre proveniente da gestioni forestali sostenibili, e il colore bianco della stampa è inchiostro ecologico. Il risultato è decisamente più ‘green’ e in maggiore sintonia con i principi di ecosostenibilità aziendale.

Anche il packaging della bottiglia è stato rinnovato. La nuova etichetta inserisce Villa Uva in un paesaggio onirico e fiabesco che, come il verso di una poesia, racconta l’atmosfera magica che si respira nella dimora moresca. Il restyling ha inserito anche una capsula copri tappo della bottiglia nel colore che da sempre identifica le varietà di olio prodotte, rendendo così le stesse facilmente riconoscibili.

 

L’augurio e la speranza rimangono quelli di resistere e di continuare a fare bene, così come sempre accaduto in questi quasi 150 anni di storia aziendale in cui, dopo i periodi più bui, sono state scritte pagine di storie e vicende di straordinaria bellezza!

10_